Quale paese dell’UE è più vulnerabile al crimine informatico?

Perché dovresti preoccuparti della sicurezza informatica??

Proteggere i visitatori del tuo sito Web è una considerazione importante per chiunque crei un sito Web. esso’È ancora più importante tenere presente quando si esegue un sito Web di e-commerce perché gli utenti si fidano di te per i loro importanti dettagli finanziari. Se il tuo sito può’t proteggere questi dettagli quindi l’utente’La fiducia si spezzerà e questo può avere gravi effetti a catena per la tua reputazione.


La sicurezza informatica sta diventando un argomento sempre più importante e molte delle domande che ci rivolgiamo dai lettori riguardano le funzionalità di sicurezza disponibili per i loro siti Web.
eu grandi vittime del crimine informatico

Questo non lo è’È sorprendente considerando il numero di attacchi informatici di alto profilo che si sono verificati solo nella prima metà del 2017: noi’ho avuto il ransomware WannaCry, le perdite di CloudBleed e la potenziale esposizione dei dati degli elettori da parte degli hacker.

Volevamo avere un’idea di quanto potrebbero essere vulnerabili i paesi al crimine informatico e abbiamo deciso di guardare all’Unione europea a causa della ricchezza di dati disponibili al pubblico, del numero di paesi coinvolti e della diversità socio-economica tra questi 28 paesi.

Quali fattori abbiamo esaminato nel nostro studio?

Questa ricerca ha esaminato una serie di fattori che ritenevamo importanti nel misurare quanto fossero vulnerabili i paesi al potenziale crimine informatico. Questi fattori erano:

1.Quanti residenti avevano già sperimentato il crimine informatico

Guardando i dati dell’Unione Europea, siamo stati in grado di stimare la percentuale di ogni nazione dell’UE’la popolazione che era stata vittima del crimine informatico.

2. Ogni quanto i residenti incontrano malware e virus ogni anno

eu paesi criminalità informatica meno preparatiSiamo riusciti a capire in che modo i residenti europei incontrano regolarmente malware e virus (che vengono utilizzati per infettare i computer e commettere reati informatici) esaminando i dati disponibili pubblicamente da Microsoft.

3. Ogni nazione’s impegno nelle iniziative di sicurezza informatica

Abbiamo valutato gli impegni dei singoli paesi nella lotta alla criminalità informatica utilizzando i dati del Global Cybersecurity Index, un sondaggio che misura fattori come quadri giuridici, capacità tecnica, misure organizzative, sviluppo di capacità e cooperazione con altri paesi.

4.Come erano esposte le connessioni Internet in ogni paese

La tua connessione Internet è composta da molti piccoli punti di connessione chiamati ‘nodi’. Ognuno di questi nodi è responsabile del trasferimento di un diverso tipo di informazioni, ad es. il nodo POP3, che potresti riconoscere dallo smartphone, è un nodo che trasferisce le informazioni di posta elettronica mobile. In ogni paese molti di questi nodi sono rivolti al pubblico, il che significa che sono esposti e potenzialmente vulnerabili agli attacchi. Pertanto, minore è il numero di nodi che un Paese ha esposto, più i suoi utenti Internet sono protetti. Abbiamo raccolto dati sul numero di nodi esposti presenti in ciascun paese dell’UE esaminando l’indice di esposizione nazionale creato dalla società di sicurezza Internet Rapid7.

Sicurezza dell'UE in materia di criminalità informatica

Cosa ci hanno detto i risultati?

I risultati indicano che Malta, situata appena a sud dell’Italia nel Mar Mediterraneo, era il paese più vulnerabile ai potenziali attacchi di criminalità informatica nonostante il fatto che i maltesi si collocano al centro del pacchetto per veri e propri incontri di malware e criminalità informatica.

Questo perché il nostro studio ha voluto esaminare la vulnerabilità e Malta’s percentuale eccezionalmente alta di connessioni Internet esposte (73%), mancanza di legislazione sulla sicurezza informatica e scarsa cooperazione internazionale fanno sì che Malta’La popolazione, nonostante abbia riscontrato un crimine informatico leggermente inferiore rispetto ai vicini europei, è in realtà molto più a rischio nel lungo periodo con poche misure protettive o preventive in atto.

Grecia, Romania e Slovacchia costituivano il resto delle prime cinque nazioni più vulnerabili.

eu paesi vittime di crimini informatici minoriAll’estremità opposta della scala, abbiamo riscontrato che la Finlandia è il paese più sicuro per la sicurezza informatica nell’UE con un indice di vulnerabilità di appena il 29%, il che non è affatto male! Riteniamo che la Finlandia sia la più sicura perché ha il più basso tasso di incontri sulla criminalità informatica in Europa ed è anche una delle nazioni più preparate, con solidi impegni di sicurezza informatica in atto e un’alta percentuale di connessioni Internet non esposte.

L’Estonia è emersa come un contendente stretto alla Finlandia con un punteggio di vulnerabilità del 30% che riflette le modifiche apportate alle strategie di sicurezza del governo, ai quadri giuridici e alle organizzazioni in risposta agli attacchi informatici a livello statale nel 2007.

La Germania, i Paesi Bassi e il Regno Unito costituirono il resto delle prime cinque nazioni meno vulnerabili, che devono dare sollievo a queste centrali economiche.

eu paesi crimine informatico più preparatiAltrove – e in qualche modo sorprendentemente – abbiamo scoperto che la penisola iberica di Spagna e Portogallo erano tra le nazioni più vulnerabili agli attacchi informatici e alla criminalità. La Spagna, in particolare, ha una percentuale incredibilmente elevata di connessioni Internet esposte a potenziali minacce (76%), nonché un impegno molto mediocre nei confronti della legislazione e delle iniziative in materia di cibersicurezza.

Risultati completi

fonti

Questa ricerca è stata utile?

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me
    Like this post? Please share to your friends:
    Adblock
    detector
    map