Come utilizzare le recensioni online sul mercato per diverse generazioni

Se tu’quando gestisci un negozio online, probabilmente sai che le recensioni dei prodotti sono importanti, ma potresti non capire quanto sia importante.


Le recensioni dei prodotti sono in realtà il secondo fattore più importante per i clienti che acquistano online.

E le imprese locali, come i ristoranti, hanno il doppio delle difficoltà. Le recensioni non solo incidono sulla probabilità di trovare nuovi clienti, ma rappresentano anche circa il 15% di come Google sceglie di classificarle rispetto ad altre attività commerciali locali.

Quindi, se tu’cercando di battere la concorrenza locale, avere migliori recensioni online potrebbe spingerti avanti nel gioco. Questo è più facile a dirsi che a farsi, tuttavia, e alcune aziende lo troveranno più difficile di altri. Tutto dipende da chi tu’re marketing a!

Diverse generazioni hanno diversi modi di fare ricerche e fare acquisti online: alcuni sono più fiduciosi di altri e alcuni mettono le recensioni dei clienti al di sopra della fedeltà del marchio quando fanno acquisti.

Come fare acquisti e recensioni online di diverse generazioni?

Ci sono stati molti colpi intergenerazionali sparati sul comportamento nel corso degli anni – da “pigri Millennials” per “Boomers fuori dal mondo” – ma per quanto riguarda i comportamenti online? Sapevi che generazioni diverse si comportano in modo diverso nel modo in cui navigano, usano e fanno acquisti su Internet?

Abbiamo creato questa infografica per far luce sulle abitudini di revisione online di ogni generazione e per aiutare i proprietari di negozi a capire esattamente quanto può essere potente il feedback dei clienti.

recensioni online per statistiche di generazione infografica

don’t Affidati alla fedeltà alla marca da irrequiete generazioni Z e Millennials

Gen Zs e Millennials (dai 16 ai 34 anni) sono acquirenti frequenti, ma lo sono’sei anche la generazione meno fedele – fanno la spesa di più, il che significa che hai bisogno di molte recensioni per conquistarle. Essi’sei un grande pubblico da indirizzare se desideri molto coinvolgimento da parte dei tuoi clienti, ma devi anche essere disposto a inserire il lavoro, poiché si aspettano che i marchi interagiscano con loro online.

Gen Zs e Millennials potrebbero fare il maggior numero di acquisti online, con una media di 344 transazioni all’anno, ma non è così’significa che puoi sederti e rilassarti, aspettandoti che i loro soldi arrivino costantemente.

Questa giovane generazione non lo è’non aver paura di guardarti intorno, con minore importanza per la fedeltà alla marca rispetto ai gruppi di età più avanzata. Il 51% delle attività di ricerca di Gen Zs e Millennials su base giornaliera, rispetto a solo il 6% di Boomer!

Ciò significa che le aziende destinate ai giovani dai 16 ai 34 anni devono lavorare molto di più per catturare e mantenere i propri clienti’ attenzione e lealtà a lungo termine. Parte di quel duro lavoro è all’altezza di questa generazione’s grandi aspettative.

Gen Zs e Millennials sono un gruppo piuttosto cauto e hanno bisogno della maggior parte delle recensioni per sentirsi sicuri in un prodotto. In realtà, si aspettano di vedere un enorme 181 recensioni – quello’s 4,5 volte più dei Boomer!

Quindi don’aspettatevi che i vostri giovani acquirenti si affrettino a prendere qualsiasi decisione: Gen Zs e Millennials impiegano più tempo a leggere le recensioni prima di decidere se effettuare un acquisto. Facendo una media di oltre 18 minuti leggendo recensioni online, Gen Zs e Millennials impiegano quasi il doppio di Boomers per sentirsi sicuri di effettuare un acquisto.

I vantaggi di coinvolgere Gen Z e Millennials

Una volta tu’hai vinto la Gen Zs e Millennials, tu’Ti ritroverai con una base di clienti vocale, impegnata e socialmente connessa – quella che’s pronto a dare in termini di condivisione di nuove recensioni e gratificanti contenuti dei social media.

Per uno, Gen Zs e Millennials hanno la più alta penetrazione dell’acquirente digitale, quasi all’85%. Ciò significa che un terzo in più di Gen Z e Millennial sta effettuando acquisti tramite canali digitali rispetto ai Boomer!

Se hai bisogno di aumentare il numero di recensioni per la tua attività, Gen Zs e Millennials sono la generazione d’oro da prendere di mira: lasciano il maggior numero di recensioni online, con l’80% dei giovani dai 16 ai 34 anni che hanno scritto recensioni online nel 2019.

Anche se spesso deriso per il loro attaccamento ai loro telefoni, rende Gen Zs e Millennials talentuosi revisori in movimento, con il 50% di pubblicare recensioni tramite dispositivo mobile. Questo apre i modi in cui puoi interagire con i tuoi clienti – sia tramite social media, app o persino video, il cellulare offre opportunità per modi nuovi e divertenti di ottenere recensioni dei clienti.

Don’Per ottenere questo livello di coinvolgimento gratuitamente, tuttavia, devi restituire il favore. Gen Zs e Millennials si aspettano molto impegno da parte dei marchi da cui prendono in considerazione l’acquisto – in media, si aspettano di vedere non meno di 13 Q&Come nelle pagine dei prodotti.

Quindi, semplicemente sbattere fuori una descrizione del prodotto vecchio stile non è’Abbastanza per conquistare le nuove generazioni. Devi essere pronto ad andare oltre per coinvolgere e interagire con i tuoi clienti più giovani.

Suggerimento!

Uno dei modi migliori per interagire con i clienti più giovani è provare nuovi canali, abbracciare i social media e mettere i tuoi prodotti nelle mani delle persone che i tuoi clienti seguono e di cui si fidano. Sì, potresti’l’ho indovinato – noi’parlando di influencer.

Gli influencer si preoccupano di farsi sentire – e Millennials e Gen Zs ascoltano. Oltre un terzo ha affermato che la loro fiducia in un marchio aumenterebbe dopo aver visto una promozione di influencer o una recensione online.

Oltre ad essere un ottimo modo per raggiungere un pubblico più ampio, l’influencer marketing crea anche fiducia con le generazioni più giovani. E tu’non si limitano solo a Instagram – il 40% degli utenti di Twitter afferma di esserlo’ho effettuato un acquisto come risultato diretto di un Tweet di un influencer.

Gen Xs: The Unsung Heroes

I Gen X (dai 35 ai 55 anni) vengono spesso trascurati come generazione di mezzo, ma le aziende farebbero bene a prestare un po ‘più di attenzione a loro. Spesso al culmine della loro carriera e all’avvio o alla cura delle giovani famiglie, i Gen X sono clienti di valore sorprendentemente alto. Essi’per gli acquirenti frequenti che sono meno difficili da accontentare di Gen Zs e Millennials e che sono più esperti di tecnologia di Boomers.

In media, i Gen X spendono solo circa $ 1k in meno rispetto ai Gen Z e ai Millennial all’anno – e hanno bisogno di meno convincenti per fidarsi del tuo marchio in primo luogo. I Gen X devono solo vedere 116 recensioni prima di sentirsi abbastanza sicuri per fare un acquisto (quello’s 37% in meno rispetto alle generazioni più giovani).

I Gen X trascorrono anche circa cinque minuti in meno a leggere recensioni online rispetto ai Gen Z e ai Millennials, nel senso che lo fanno’sei più veloce a vendere a.

Quindi, come puoi connetterti con Gen Xs e convincerli a fidarsi del tuo marchio e acquistare i tuoi prodotti o servizi? Bene tu’d rispolverare meglio le telecamere, perché i Gen X vogliono vedere più video di prodotti rispetto a qualsiasi altra generazione.

In effetti, in media, i Gen X si aspettano di vedere quattro video su una singola pagina di prodotto – questo’s raddoppia la quantità di video che i Boomer vogliono vedere!

Suggerimento!

Sfruttare al massimo il video è un ottimo modo per attirare i clienti di Gen X. Ed esso’vale la pena mettere lo sforzo in – 46% utilizzare Internet per cercare quotidianamente le imprese locali, così’sei abbastanza esperto da guardarti intorno prima di accontentarti di un marchio.

Tutto sommato, i Gen X sono un pubblico di clienti spesso non sfruttato e poco apprezzato che offre un valore di mercato piuttosto dolce. In media, i Gen X spendono circa $ 60 per transazione – per partecipare a tale azione, personalizzare il marketing su più dispositivi e utilizzare il video per iniziare a disegnare i clienti di Gen X.

Boomers: le aziende che guadagnano la loro fiducia riceveranno continui alti premi

I boomer (oltre i 55 anni) ottengono una cattiva reputazione per essere dietro i tempi quando si tratta di tecnologia, ma questo non lo fa’significa che dovresti ignorarli. Di fatto, i Boomer spendono di più per transazione e si fidano più rapidamente dei marchi affermati. esso’è importante ottenere quante più recensioni possibili se lo desideri’vendendo a Boomer, tuttavia, come loro’è meno probabile che si fidino di marchi con valutazioni a stelle basse rispetto a Gen Z e Millennials.

Se il tuo pubblico di riferimento è composto principalmente da oltre 55 anni, allora potresti avere una redditizia base di clienti a portata di mano. In media, i Boomer spendono $ 5 in più di 18-34 anni per ogni transazione – e loro’è più veloce fidarsi dei marchi rispetto agli acquirenti più giovani.

In effetti, i Boomer impiegano meno di 10 minuti a leggere le recensioni prima di prendere una decisione. Aiuta a aspettarsi di leggere solo 42 recensioni per sentirsi abbastanza sicuri per acquistare un prodotto, quattro volte in meno rispetto a Gen Zs e Millennials!

Ciò significa che è molto meno probabile che i boomer si guardino intorno e scorrano tutte le recensioni che hai prima di impegnarti finalmente – nel complesso,’sono meno interessati al risparmio di denaro, quindi agiscono più velocemente e spendono di più per transazione.

I boomer sono anche meno inclini a perlustrare tutti gli angoli di Internet per trovare prodotti, recensioni o nuove attività commerciali. La maggior parte degli over 55 preferisce i canali più tradizionali, quindi scegli saggiamente i tuoi metodi di marketing – ad esempio, quattro su cinque Boomer non indossano’so cos’è un influencer!

Suggerimento!

Dovresti rendere il più semplice possibile lasciare recensioni sul tuo sito web, poiché la metà di Boomers preferisce lasciare le recensioni direttamente sui siti Web aziendali piuttosto che pubblicare su Google. Quello’s il 50% in più desidera lasciare recensioni sul tuo sito rispetto a Gen Zs e Millennials.

Finora, potresti pensare che i Boomer sembrino clienti molto più facili da vendere rispetto ai Millennial cauti e che risparmiano denaro, ma qui’s the catch – I boomer possono essere obiettivi complicati per le nuove imprese.

Quello’s perché loro’non sei interessato ad essere cavie per marchi nuovi o di bassa qualità – solo il 7% proverebbe un business con una o due stelle. Al contrario, il 26% di Gen Zs e Millennials ha dichiarato di voler provare un business con lo stesso punteggio.

Inoltre, il 48% dei Boomer ha dichiarato di aspettarsi un valutazione minima a quattro stelle al fine di utilizzare un business – così tu’Dovremo lavorare sodo per raggiungere una media elevata!

Sebbene i Boomer spendano di più per transazione rispetto ai Millennial, fanno anche meno acquisti. Ciò li rende clienti migliori per le aziende che vendono prodotti di alta qualità e bassa frequenza, come divani o gioielli.

Costruire un marchio affidabile e coerente a lungo termine è nel tuo interesse quando vendi a Boomer, specialmente quando commercializzi articoli costosi.

In confronto a Gen Zs e Millennials, quando si acquistano articoli che costano oltre $ 100, i Boomer attribuiscono maggiore importanza alla conoscenza e alla fiducia di un marchio che alle recensioni dei prodotti.

Come commercializzare a diverse generazioni

Una volta tu’per chiarire quali canali utilizzano i tuoi clienti, puoi decidere i modi migliori per far conoscere i tuoi prodotti ai tuoi clienti. Per cominciare, dovresti:

  • Assicurati che il tuo sito sia ottimizzato per i dispositivi mobili
  • Rimani attivo sui social media, specialmente quando fai marketing per le giovani generazioni
  • Ottimizza il tuo sito per i motori di ricerca
  • Decidi se il marketing di influencer è appropriato per il tuo pubblico
  • Rendi le recensioni degli utenti facili da trovare e leggere, indipendentemente dal canale (ad es. Sul tuo sito Web, sui social media, su Google, ecc.)

Comprendere come le diverse generazioni trovano i prodotti e come prendono le loro decisioni di acquisto, è essenziale per connettersi con i clienti. Ecco alcune informazioni chiave per aiutarti a ottenere il massimo dai tuoi clienti…

  • esso’vale ancora la pena investire in SEO – 52% degli utenti di Internet uso ancora i motori di ricerca per trovare quello che fanno’stai cercando.
  • Se tu’rivolti a un giovane demografico, sfrutta al massimo i canali social! I giovani dai 16 ai 24 anni stanno già favorendo i social media sui motori di ricerca come metodo di ricerca online.
  • Ricorda che Gen Xs preferisce i video ai social media, con oltre tre quarti di download o streaming di video almeno una volta al mese. Essi’sei anche molto connesso in viaggio – Il 95% dei Gen X usa telefoni cellulari!
  • Quasi 40% di Boomer trascorrono la maggior parte del loro tempo online al mattino, tra le 5:00 e le 12:00, mentre quasi l’80% in più di Millennial e Gen Xs rispetto ai Boomer consumano contenuti dalle 20:00 in poi. Questo può essere utile per programmare i tuoi contenuti in modo più efficace!
  • Sebbene il 60% dei Boomer segua i marchi sui social media per affari e promozioni, Il 79% ha dichiarato di non indossare’segui tutti gli influenzatori online – quindi don’non esagerare con il tuo social marketing se tu’vendendo a Boomers.

Come incoraggiare più recensioni

Uno dei modi migliori per incoraggiare più recensioni dei clienti è attingere alla magica parola R – ricompense. In quanto consumatori, amiamo i premi, le competizioni e le prelibatezze esclusive, quindi sfruttatene appieno e offriamo piccoli premi per lasciare le recensioni.

Ecco alcune idee per iniziare: quando i tuoi clienti lasciano una recensione, possono:

  • Partecipa a un’estrazione a premi
  • Sblocca uno sconto
  • Guadagna punti e “level-up” diventare il miglior recensore (come su Amazon)
  • Ricevi un’email di ringraziamento personalizzata

esso’È importante sottolineare che questi premi si applicano a qualsiasi recensione, buona o cattiva, altrimenti tu’stai solo corrompendo i tuoi clienti, il che non ti farà guadagnare fiducia.

Altri semplici modi per incoraggiare le recensioni includono:

  • Rendere facile lasciare recensioni
  • Abbracciare più canali e modi di lasciare recensioni – pensa a social, Google, moduli, app, ecc!
  • Invio di un’e-mail di follow-up che richiede feedback
  • Facendo uso di sondaggi
  • Porre domande e interagire con i clienti nelle sezioni recensioni o commenti

Trattare con recensioni negative è una parte inevitabile e necessaria della gestione di un’impresa. Solo il 12% delle aziende ha dichiarato di rispondere ad ogni recensione, il che significa che se puoi intensificare e distruggere il tuo coinvolgimento con i clienti, allora tu’Sarò molto avanti rispetto alla concorrenza.

aida kubatovaAida Kubatova, Content Strategy Manager presso Gintosh

Ciò che rende le recensioni online così importanti per le aziende’ successo?

“Le recensioni dei prodotti sono una parte essenziale di un negozio online’s marchio e marketing. Aiutano a creare fiducia e lealtà e in genere descrivono ciò che distingue i tuoi prodotti dagli altri. E anche i migliori prodotti al mondo non significheranno nulla se i clienti non lo indossano’fidati del marchio e don’fare acquisti.”

Perché le app sono un modo popolare per gestire il coinvolgimento dei clienti?

“Anche se piattaforme come Shopify offrono già la maggior parte delle funzionalità, i commercianti esperti sanno che se vuoi che il tuo negozio online si distingua tra gli altri e fornisca la migliore esperienza del cliente, le app che offrono più funzionalità sono un must. Una parte importante delle strategie di coinvolgimento dei clienti come programmi fedeltà, e-mail mirate automatizzate e recensioni degli utenti arriva con le app e oggi’s concorrenza, esso’È difficile gestire un’attività online di successo senza integrare diverse app nel tuo sito Web.”

In che modo Gintosh aiuta le aziende a fare più recensioni online?

Gintosh aiuta i suoi utenti a costruire prova sociale e consente ai marchi online di diventare virali incoraggiando gli utenti a condividere marchi sui social media e alla posta elettronica, creare solide relazioni con i clienti utilizzando commenti e recensioni, ispirare e aumentare i tassi di conversione utilizzando le recensioni dei clienti e, naturalmente, contenuto generato dall’utente.

Perché i clienti lasciano le recensioni

Il motivo principale per cui le persone lasciano una recensione online positiva è quello di aiutare gli altri a prendere decisioni di acquisto migliori, mentre il motivo principale per lasciare una recensione negativa è avvertire gli altri nella comunità online.

I clienti hanno a cuore i loro colleghi acquirenti – se dimostrate che lo fate anche voi’Faremo un grande passo verso una migliore fiducia dei clienti!

Per sviluppare ulteriormente quella fiducia, hai bisogno che i clienti felici parlino. I tre principali fattori per aumentare la fiducia in un marchio sono:

  • La società ha una buona reputazione online
  • La società ha recensioni positive da parte dei clienti
  • Servizio clienti rapido

Tuttavia, non è così’significa che dovresti semplicemente ignorare – o peggio, eliminare – recensioni negative. Dai un’occhiata ai principali fattori per diminuire la fiducia:

  • La società elimina i commenti o le recensioni negative dei clienti
  • La società ha recensioni negative da parte dei clienti
  • L’URL del sito Web non è sicuro

Oltre ad assicurarti che il tuo sito web abbia la sicurezza SSL, devi affrontare eventuali commenti negativi, mentre cerchi di incoraggiare quante più recensioni possibili. Questo può essere difficile, visto che solo uno su 10 i clienti felici in realtà lasciano recensioni!

esso’È fondamentale trovare un modo per far sì che quei clienti felici diventino più vocali, però – ricorda che ci vogliono 40 buone recensioni per combattere l’effetto di una sola recensione negativa. Quello’è una figura abbastanza dura da affrontare.

Quindi, come puoi trasformare un’esperienza negativa in un’interazione positiva con il marchio?

La chiave qui è l’impegno. Un terzo dei consumatori si aspetta l’interazione personale dei marchi dopo aver lasciato una recensione negativa, quindi rispondere in modo educato e proattivo può fare magie per costruire la fiducia dei clienti nella tua attività.

Ecco i nostri migliori consigli per gestire le recensioni negative in modo positivo:

  • Rispondi a recensioni negative, anziché semplicemente ignorarle o eliminarle.
  • Rispondi rapidamente.
  • Offri al cliente la possibilità di perseguire la questione tramite un canale più privato, come e-mail o telefono – loro’Apprezzerò il tocco personale!
  • Sii educato – don’Diventa difensivo, anche se ritieni che il problema non sia’è colpa tua.
  • Ringrazia il cliente per il feedback, anche se negativo!
  • Fai sapere loro come e quando il problema è stato risolto: don’non lasciarli appesi.

Trattando recensioni poco brillanti in modo professionale e produttivo, dai agli altri clienti la fiducia che anche se qualcosa va storto con il loro ordine, possono fidarsi della tua attività per rispondere positivamente.

Riepilogo dei prodotti e dei clienti

Se tu’vendendo avocado ai Millennial o adottando buoni metodi di marketing vecchio stile per coinvolgere i Boomer, capire che ogni generazione farà meraviglie per il tuo business. esso’Ti aiuterò a sapere dove e come commercializzare e cosa fare per incoraggiare i tuoi clienti a lasciare recensioni per la tua attività.

Le recensioni sono una parte essenziale della costruzione di un marchio online e, quando si tratta di quelle preziose recensioni, ottenere il massimo dai tuoi clienti conta.

Noi’ho svelato le statistiche e rivelato quanto la tua generazione può influenzare le tue abitudini online. Noi’ho anche mostrato come le aziende dovrebbero prendere queste informazioni per fornire una migliore esperienza di acquisto… e aumentare le loro vendite mentre loro’ci sei!

Jeffrey Wilson Administrator
Sorry! The Author has not filled his profile.
follow me